From Novembre 2020

0

Impianti di aspirazione industriali centralizzati

Impianti di aspirazione industriali centralizzati

Gli impianti di aspirazione industriali centralizzati consentono alle catene di montaggio e alle linee produttive di versare sempre in ottime condizioni e soprattutto di osservare tutti gli opportuni standard igienici. 

Centralizzare e automatizzare questa serie di azioni consente agli operai di velocizzare e rendere sempre più performanti le prestazioni produttive. In questo modo, infatti, si potrà dire addio alla presenza di residui metallici o di altro tipo sulle macchine e negli ambienti circostanti, consentendo agli operai di lavorare in maniera autonoma e senza incorrere nel minimo ostacolo. 

Com’è fatto un impianto di aspirazione centralizzato? 

Gli impianti di aspirazione industriali centralizzati consentono agli operai nelle catene di montaggio di perdere del tempo prezioso nelle manovre di pulizia. Tali macchine, integrate nella fabbrica e di funzionamento autonomo, sono così composte: 

  • Da un gruppo motore, che dà il via al funzionamento di tutto l’impianto di aspirazione 
  • Da un serbatoio, all’interno del quale si depositano le polveri aspirate 
  • Da un separatore delle polveri aspirate, che consentirà di suddividere i materiali in base al tipo di smaltimento che dovrà essere effettuato 
  • Da un separatore dei liquidi dal resto delle polveri 
  • Da un canale di aspirazione, solitamente metallico 
  • Da bocchette intercambiabili, adattabili per le varie situazioni 
  • Da un tubo flessibile, che può essere utilizzato in maniera semplice lungo tutto il perimetro e all’interno della fabbrica 

Fatti fare un preventivo da noi di Stucchi per dotare la tua fabbrica di un perfetto impianto di aspirazione industriale centralizzato. La nostra professionalità ti permetterà di ottenere risultati soddisfacenti al 100%. 

0

Aspiratore per polveri sottili e salute dei lavoratori

Aspiratore per polveri sottili

L’esposizione a polveri costituisce un rischio per la salute perché il particolato disperso può essere assorbito per inalazione. L’aspiratore per polveri sottili svolge il delicatissimo compito di ostacolare la presenza di concentrazioni pericolose di polveri. 

Aspiratore per polveri sottili: le PM10 

La dimensione del particolato è un parametro che la moderna attività di ricerca tiene in grande considerazione, al fine di analizzare le relazioni esistenti fra queste e gli effetti sulla salute umana. Il focus si concentra soprattutto sulle particelle PM10 (caratterizzate da un diametro aerodinamico fra 10 e 2.5 μm) e le PM 2.5 (diametro aerodinamico compreso fra 0.1 e 2.5 μm), poiché vi è ormai da tempo evidenza scientifica sul fatto che queste tipologie di particelle sono in grado di incidere negativamente non solo sull‘apparato respiratorio, ove sono a diretto contatto con l’organismo, ma anche su altri organi come l‘apparato cardiovascolare ed entrare in circolo nel flusso sanguigno. 

Il partner giusto nel contenimento delle polvere sottili 

Naturalmente, una corretta valutazione del rischio dovrà prendere in esame anche la natura delle sostanze che costituiscono il particolato, per poter applicare le relative TLV. Il passo successivo sarà l’adozione di precise procedure operative concomitanti all’utilizzo di idonei aspiratori industriali per polveri. Sarà importante rivolgersi ad un fornitore di comprovata esperienza e serietà che sappia rispondere in modo professionale alle esigenze di tutela scaturite dalla redazione del DVR. Sono necessari aspiratori per polveri sottili da tavolo o l’esigenza è quella di avere a disposizione un impianto di aspirazione centralizzato? Quali tipologie di filtri sono più adatti alle singole esigenze del cliente? In zone classificate ATEX che tipologia di aspiratori può operare?  

Il Servizio Assistenza di Stucco mette il proprio know-how a disposizione di Datori di Lavoro, HSE Manager ed RSPP per trovare insieme le soluzioni più adatte, in conformità ai dettami della vigente normativa. 

0

Gli aspiratori carrellati industriali: l’alternativa all’impianto di aspirazione centralizzato

aspiratori carrellati industriali

Quando le lavorazioni svolte richiedono l’aspirazione delle polveri, ma l’impianto centralizzato non è giustificato, entra in gioco lui: l’aspiratore carrellato industriale. 

Carrellato è bello (ma non solo) 

Quando si parla di aspiratori carrellati, generalmente, vengono alla mente i cugini in “formato XXL” degli aspirapolvere presenti nelle nostre case. In realtà, oggi le cose sono un po’ diverse e accanto a questi modelli hanno fatto la loro comparsa aspiratori progettati ex novo, fino ad arrivare a vere e proprie stazioni mobili di carteggiatura completamente attrezzate. 

Il sistema filtrante autopulente, derivato dagli equipaggiamenti in uso sui sistemi centralizzati, è un’ulteriore benefit disponibile su queste macchine che permette al contempo di avere sempre i filtri puliti (quindi una resa ottimale della macchina) ed abbattere i tempi per la manutenzione. 

Per massimizzare l’efficienza, inoltre, le turbine d’aspirazione funzionano in automatico: si attivano all’accensione dell’utensile collegato e si fermano quando quest’ultimo viene spento. 

Aspiratore carrellato industriale: una macchina versatile 

I progettisti si sono occupati delle varie problematiche legate agli aspiratori carrellati industriali e sono nate linee prodotto che funzionano esclusivamente impiegando l’aria compressa in sostituzione dei motori elettrici. La funzionalità è davvero completa, perché a bordo macchina è presente una levigatrice (naturalmente funzionante ad aria) corredata di tubo d’aspirazione. Inoltre, sono macchine particolarmente adatte all’utilizzo in ambienti classificati ATEX. 

Per chi non ha problemi legati alla presenza di atmosfere esplosive sono sempre a disposizione i modelli a funzionamento classico, in cui gli automatismi sono elettrici e pneumatici. I volumi di aspirazione si aggirano dai 150 ai 300 m3/h circa. 

Infine, per chi punta ad avere un prodotto completo, è possibile volgere lo sguardo alle stazioni mobili per carteggiatura. In queste macchine sono state concentrate le necessità operative con quelle normative, legate all’aspirazione delle polveri. Aspiratori industriali per polveri che funzionano come banchi da lavoro attrezzati con mensole, carteggiatrici a bordo macchina, cassetti portacarta, filtri autopulenti. Naturalmente, disponibili anche nelle versioni ATEX. 

A questo punto risulta chiaro quanto l’aspiratore carrellato sia utile a gestire una materia complessa come quella dell’aspirazione delle polveri sugli ambienti di lavoro.