Chiama ora: +39 02 3653 8904
Sistemi di aspirazione industriale - Stucchi 1950
Come abbattere le polveri con gli impianti aspirazione industriali
Scegliere la soluzione ideale per abbattere le polveri significa da una parte individuare il tipo di polvere presente e in secondo luogo, valutare il livello di concentrazione presente. Solo a questo punto, è possibile sistemare sistemi di aspirazione in una determinata area circoscritta.   I macchinari utilizzati per l’aspirazione polveri  Il punto di partenza di un impianto progettato per l’aspirazione delle polveri, si chiama captazione. In alcuni casi, questa è collegata direttamente al macchinario; in altri casi invece non è possibile e bisogna cercare allora di posizionare l’aspiratore il più vicino possibile al punto in cui si genera la polvere.  Ecco cosa è possibile utilizzare: 
  • Cappe aspiranti - Si tratta di bocche aspiranti che sono disponibili in diverse forme e dimensioni. A seconda di queste ultime, la cappa può essere fissa oppure si può collegare ad un braccio snodabile o ancora ad una tubazione di trasporto.
  • Banchi aspiranti - Gli aspiratori polveri da banco attirano dal basso la polvere prodotta durante le lavorazioni. Quest'ultima, proprio in virtù del proprio peso, cade giù e quindi si raccoglie grazie ai banchi aspiranti.
  • Pareti aspiranti - Se l’espulsione delle polveri avviene in maniera frontale, come nel caso della verniciatura ad esempio o della smerigliatura, allora è necessario posizionare una parete aspirante.
  • Cabine aspiranti - La zona in cui si verifica l’emissione delle polveri viene appositamente isolata dalla cabina. Sulle pareti si posizionano allora delle griglie per aspirare le polveri prodotte. Ogni impianto di produzione e lavorazione deve valutare la soluzione più opportuna in base alle proprie esigenze e ai parametri di qualità e quantità delle polveri emesse. 
21 Maggio 2020